Il Padiglione Nazionale Grenada, nell’ambito della 59esima Biennale di Venezia, dedicherà un’intera sala espositiva a “Chaos Liquido”, la mostra fotografica di realtà aumentata di Rossella Pezzino de Geronimo.

Le opere indagheranno l’elemento Acqua, sia come entità pura e primigenia da cui tutto origina, sia come elemento instabile nel suo eterno fluire.

Una riflessione artistica generata dall’imprevedibile e dall’incontrollabile che si trovano sempre intorno a noi, come ci ha insegnato la pandemia.

Il concept ideato dall’artista invita il visitatore a leggere con una visione insolita il seducente equilibrio tra il chaos – indispensabile fonte di vita, di creatività, innovazione e rinascita – e l’ordine che, se portato all’estremo, può diventare immobilizzazione della vita stessa.

L’esposizione sarà visitabile dal 23 aprile al 27 novembre 2022 negli spazi del Giardino Bianco Art Space (dal martedì alla domenica, ingresso libero).

 

.

ARTICOLI CORRELATI

 

«Le mie opere sono state da me ideate durante la pandemia che, in primo luogo, ci ha insegnato a riflettere sul fatto che occorre essere preparati a cambiare i piani, in qualsiasi momento.

Il mondo non segue un modello preciso al millimetro o prevedibile, quindi nel corso della nostra vita dobbiamo anche accettare il chaos, uno spazio lasciato al caso, un mare di confusione dentro e fuori di noi, dove risulta quasi impossibile prevedere l’effetto di determinati eventi.

L’imprevedibile e l’incontrollabile si trovano sempre attorno a noi.

Il battito d’ali di una farfalla può provocare un uragano dall’altra parte del mondo.

Ma è anche vero che chaos e disordine, se siamo aperti, costituiscono fonte di creatività, innovazione e rinascita. La vita nasce dal vuoto, dal Big Bang, e quindi non ci può essere una senza l’altro, non ci può essere la luce senza il buio, l’ordine senza il chaos in continuo movimento e trasformazione.

L’ordine è la base di ciò che secondo noi funziona ma, portato all’estremo, causa limitazione, rigidità e mancanza di vita. Quindi, ciò che noi giudichiamo come brutto, pauroso, critico, disordinato, pazzo, imprevedibile, ostile, è indispensabile alla nostra crescita, alla nostra rinascita, alla consapevolezza che siamo degli esseri umani con dei poteri non ancora esplorati.

Leggere la nostra vita in termini di chaos (nascita della vita) e ordine (immobilizzazione della vita) ci offre un’opportunità insolita per vedere come si stabilisce l’equilibrio dentro di noi in ogni settore della nostra vita».

Rossella Pezzino de Geronimo